Tel. 0523.315194
segreteria@siud.it

SINDROME CAUDA EQUINA

Buongiorno,

ho subito un intervento di ernia discale ad agosto ed ho avuto i sintomi della Cauda equina. (non avevo la vescica neurologica). Mi sono ripreso quasi completamente, ma non ho la stessa forza di prima ad urinare e per scaricarmi. Tutto funziona, fortunatamente, ma non con la stessa forza di prima. Se prima per urinare avevo un “getto” che potevo controllare in termini di forza, ora è debole, sento che non ho quasi piu controllo sul gestire la forza del “getto”. Lo stesso vale per gli organi genitali. Non ho la stessa sensibilità di prima e non ho la stessa forza ad eiaculare. Esiste qualche tipo di terapia che potrebbe aiutarmi a ritornare quello di prima?

Grazie

Gent.mo,
 la sindrome della cauda può dare una problematica della fase di svuotamento vescicale con ipoestesia della zona genitale ed ridotta e/o scomparsa dell’eiaculazione anterograda. Tali condizioni sembrano essere compatibili a quanto da lei descritto clinicamente. La lesione è ancora troppo recente (circa 4 mesi) per poterle fornire una prognosi su un possibile recupero funzionale. A mio parere sono necessari approfondimenti diagnostico-strumentali tra cui senz’altro un esame urodinamico, ecografia apparato urinario e una valutazione del plesso sacrale mediante studio neurofisiologico. Le possibili opzioni terapeutiche andrebbero valutate anche alla luce degli esami strumentali suddetti.
Le consiglio di rivolgersi a centri e/o servizi di neuro-urologia per un corretto inquadramento clinico-strumentale e iter terapeutico.
Cordiali saluti
Dott.ssa Stefania Musco