Tel. 0523.315194
segreteria@siud.it

Ritardare un Intervento di TUIP o TURP

 

Egregi Dottori

Ho 54 Anni e  dopo uno studio urodinamico e una uretrocistoscopia  mi hanno diagnosticato una IPB (adenoma prostatico)  con un ristagno di urina di circa 120/150cc. Mi hanno proposto un  intervento per TUI-P versus TUR-P .Visto che urino circa 6/7 volte al di e mi alzo una sola volta di notte, posso ritardare almeno di 1/2 anni l’intervento o è vivamente sconsigliato per altre particolari complicanze ?

Grazie mille

Buonasera,

Considerando il quadro clinico che ci riferisce la scelta per un intervento alla prostata è legato oltre che alla sua sintomatologia (quanto i disturbi per urinare le determinano un impatto sulla qualità di vita) anche da un eventuale danno alla vescica o all’apparato urinario. L’avere un residuo post minzionale importante (>100cc) la espone ad un rischio maggiore di infezioni dell’apparato urinario, oltre che essere un segno di una iniziale difficoltà della vescica a completare la minzione. Ritardare l’intervento nel suo caso potrebbe esporla ad un rischio di ritenzione urinaria acuta con successiva cateterizzazione. La scelta della tipologia di intervento dipende dall’esperienza del chirurgo.

Speriamo di esserLe stati utili,

Cordiali Saluti,

Dott. Simone Morselli

Dott. Vincenzo Li Marzi