Tel. 0523.315144
segreteria@siud.it
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content

INCONTINENZA POST PROSTATECTOMIA RADICALE E NEOPLASIA VESCICALE

Buongiorno,

sono stato operato circa 10 anni fa di prostatectomia radicale e successivamente ho eseguito 40 sedute di radioterapia. Circa 3 anni fa mi hanno diagnosticato un tumore alla vescica T1 G3 con successiva necessità di instillazioni vescicali.  Gli esami citoscopici sono tuttora negativi. Ho una perdita di urine giornaliere nella misura di oltre 100 cc nonostante abbia eseguito oltre 30 sedute di ginnastica pelvica in un centro riabilitativo specializzato e l’esecuzione giornaliera degli esercizi in maniera autonoma. Cosa potrei fare per questo problema?

 

Gentilissimo,

nei casi di incontinenza da sforzo persistente in seguito a prostatectomia esistono varie soluzioni chirurgiche, tra cui la sling (benderella di materiale protesico sottouretrale) o lo sfintere urinario artificiale. Il tipo di approccio migliore va deciso assieme allo specialista urologo, considerando anamnesi, comorbilità e gravità dell’incontinenza. Per esempio, nel suo caso il posizionamento dello sfintere artificiale potrebbe rappresentare una controindicazione e dovrebbe essere disattivato e riattivato prima di ogni cistoscopia o ancora la sling è genericamente meno consigliata dopo radioterapia.

Cordiali saluti,

Dott. Simone Morselli

Dott. Vincenzo Li Marzi