Tel. 0523.315144
segreteria@siud.it

Disturbo uretrale o vescicale?

Buonasera,

ho 24 anni e da parecchi anni soffro di problemi alla vescica e con la minzione. Il tutto è iniziato perchè avevo problemi di eiaculazione precoce a cui ho cercato una soluzione che ad oggi ho in parte trovato con l’utilizzo di preservativi ritardanti. Tuttavia più avanti sono insorti problemi con la minzione, come ad esempio la difficoltà di iniziare la minzione se non in posti in cui sto tranquillo o rilassato, minzione frequente, getto dell’urina debole, gocciolamento post-minzionale. Ho effettuato vari esami (PSA, ecografia al basso addome, uroflussometria e ultimo uretrocistoscopia da cui è emerso : ” Uretra anteriore pervia. Uretra prostatica regolare. Collo vescicale rilevato ed iperemico, come per condizione di cervicotrigonite. Vescica ben distensibile. Osti uretrali in sede, normoeiaculanti, urine chiare, iperemia del trigono vescicale.Non immagini chiaramente riferibili a neoformazione aggettanti nel lume vescicale, nei limiti di risoluzione della metodica”. Dopo questo esame l’urologo mi ha prescritto Urorec e un farmaco a base di SerenoaRepens e per il periodo che l’ho assunto ho ricevuto un leggero miglioramento ma adesso sembra essere tornato tutto come prima.
Ad oggi continuo ad andare al bagno frequentemente anche di notte o la mattina presto e faccio fatica ad iniziare la minzione ogni volta ed il getto rimane molto debole, inoltre mi sento sempre pesante e con la pancia gonfia. Dalla cistoscopia l’urologo mi ha detto che il problema non sembra essere nell’uretra perciò non ha saputo darmi una soluzione. Ad oggi dopo anni rimango ancora con questo problema che mi sta peggiorando drasticamente la qualità della vita.

Spero che sappiate consigliarmi come proseguire

Buonasera,

abbiamo letto la sua mail nella quale ci descrive la sua problematica. Dagli esami che ha effettuato non sembrano emergere particolari problemi a livello uretrale, come ad esempio stenosi. In tal senso, Lei ha già effettuato tampone uretrale, urinocoltura o spermiocoltura per escludere patologie infettive a carico di uretra, vescica e prostata? Nel caso lei abbia già escluso una patologia infettiva dopo avere effettuato questi esami ed avere avuto un esito negativo, le consiglieremmo di effettuare un esame urodinamico, ovvero uno studio pressione/flusso per verificare a livello funzionale se esistano alterazioni a carico della vescica o del collo vescicale.

Speriamo di esserLe stati utili,

Cordiali Saluti,

Dott. Simone Morselli

Dott. Vincenzo Li Marzi