Tel. 0523.315144
segreteria@siud.it
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content

Buon giorno, soffro di grave pollachiuria e urgenza minzionale dal 1999 circa (minzioni ogni 40 minuti e perfino ogni 5 minuti se bevo molto); dall’idrodistensione è risultata “Glomerulazioni diffuse facilmente sanguinanti ma non ulcerazioni”. Con diagnosi di “sindrome della vescica dolorosa”. Mi è stata assegnata una cura con laroxyl, ialuril e pelvilen che non hanno avuto effetto. Vorrei chiederLe quale potrebbe essere il passo successivo, ad esempio stimolazione del nervo tibiale posteriore? Neuromodulazione sacrale? Iniezioni di botulino in vescica potrebbero essere indicate nel mio caso? Per quanto riguarda l’Elmiron quali tempi sono necessari affinché venga venduto in Italia? Grazie

35-44 anni Maschio

Altro

 

 

Buon giorno, soffro di grave pollachiuria e urgenza minzionale dal 1999 circa (minzioni ogni 40 minuti e perfino ogni 5 minuti se bevo molto); dall’idrodistensione è risultata “Glomerulazioni diffuse facilmente sanguinanti ma non ulcerazioni”. Con diagnosi di “sindrome della vescica dolorosa”. Mi è stata assegnata una cura con laroxyl, ialuril e pelvilen che non hanno avuto effetto. Vorrei chiederLe quale potrebbe essere il passo successivo, ad esempio stimolazione del nervo tibiale posteriore? Neuromodulazione sacrale? Iniezioni di botulino in vescica potrebbero essere indicate nel mio caso? Per quanto riguarda l’Elmiron quali tempi sono necessari affinché venga venduto in Italia? Grazie

 

Gent.ma, impossibile rispondere sulla base di quanto lei riporta, soprattutto visto che la sua storia clinica è di oltre 15 anni per cui immagino abbia in tutti questi anni raccolto una serie di dati clinici e strumentali che andrebbero presi in considerazione prima di poterle indicare altre possibili opzioni terapeutiche anche conservative, oltre a quelle più invasive che lei stessa ha citato. L’Elmiron come farmaco originale in Italia non è in commercio, ma dovrebbe essere disponibile nelle farmacie del Vaticano. La stessa molecola comunque (pentosan polisolfato sodico) è in commercio in Italia con un farmaco equivalente (Fibrase). Tale farmaco va assunto con molta precauzione e sotto stretto monitoraggio medico per i possibili effetti collaterali ed interazioni farmacologiche. Le suggerisco pertanto di rivolgersi ad un centro specializzato in disfunzioni del pavimento pelvico che potrà senz’altro indirizzarla in una terapia adeguata e personalizzata. Cordialmente, Stefania Musco

30 Gennaio 2017