Tel. 0523.315144
segreteria@siud.it

Vescica “pigra”

Grazie innanzitutto per l’attenzione,

ho un problema urinario da dieci mesi. L’esame urodinamico parla di pressione bassa e flusso lento, per cui hanno ipotizzato una vescica pigra, affaticata (forse secondaria ad un ipertono) con conseguente cattivo funzionamento del detrusore. Al momento sto facendo stimolazione del nervo tibiale e ho fatto 5 sedute a intervalli di 20 giorni trovando miglioramento: il flusso è più forte e non ce tanta esitazione. Il fatto è che vorrei risolvere il problema…secondo voi dovrei continuare con la stimolazione, magari con sedute ravvicinate, e potrei al contempo rieducare la vescica andando in bagno ad orario? Non ho residuo post minzionale e quindi non mi hanno consigliato l’autocateterismo. Ho solo esitazione e flusso lento.

Grazie

Buonasera,

il percorso che ha intrapreso è corretto e dovrebbe proseguire con minzioni ad orario e sedute di stimolazione del nervo tibiale. La cadenza delle sedute che sta effettuando va benissimo. Da quello che abbiamo evinto dalla sua lettera ci descrive un caso di ipertono del pavimento pelvico unito ad una ipoattività detrusoriale. In questo caso, per ridurre l’ipertono potrebbe effettuare una valutazione fisiatrica per una eventuale fisioterapia mirata.

Se non ha residui post minzionali i cateterismi non sono infatti necessari.

Riguardo ad un nominativo e/o un centro specifico, purtroppo non possiamo consigliarlene uno in particolare, ma a Roma vi sono molti ottimi specialisti e centri validi.

Speriamo di esserLe stati utili,

Cordiali Saluti,

Dott. Simone Morselli

Dott. Vincenzo Li Marzi